Ordinare a domicilio contribuendo a ridurre lo spreco alimentare e donando un piatto a chi ne ha più bisogno? Oggi è possibile grazie all’iniziativa “Piatto Buono” , il progetto di Just Eat, lanciato in occasione del 5 Febbraio, Giornata Nazionale contro lo spreco alimentare.

Si tratta di un piatto a sorpresa, presente nel menù dei ristoranti partner di Just Eat, chiamato “Piatto Buono- Contro lo spreco alimentare, perché creato con prodotti freschi buoni e invenduti, abbondanze di cibo, prodotti non conservabili e materie prime in eccedenza o prossime alla scadenza, a un costo scontato. Il piatto, che potrà essere aggiunto al proprio ordine su Just Eat, e che sarà preparato al momento dal ristorante, ha proprio l’obiettivo di non sprecare ingredienti e prodotti che i ristoranti hanno a disposizione in un determinato giorno o in quantità superiori al venduto, e che quindi potrebbero rischiare di essere buttati.

Ma non è tutto. Per ogni Piatto Buono ordinato e gustato a domicilio, Just Eat ne donerà infatti uno a comunità e case accoglienza in collaborazione con le Caritas delle città di Milano, Torino, Roma e Napoli grazie a consegne mensili direttamente a domicilio di pranzi e cene.

Come funziona

1. Ordina o aggiungi al tuo ordine un piatto buono contro lo spreco alimentare

2. Scoprirai cosa contiene il piatto solo quando lo riceverai!

3. Per ogni Piatto Buono ordinato Just Eat ne dona uno a chi ne ha più bisogno.

L’idea nasce in continuità con il progetto Ristorante Solidale che da 3 anni recupera eccedenze e piatti solidali da alcuni ristoranti partner di Just Eat, e che ora permette a tutti di contribuire sia a ridurre lo spreco, acquistando e gustando a domicilio un piatto buono a sorpresa, realizzato con ingredienti e prodotti del giorno, sia a donare un piatto a chi ne ha più bisogno insieme a Caritas.

I Piatti Buoni sono preparati dai seguenti Ristoranti Solidali aderenti all’iniziativa: