A un anno e mezzo dalla sua nascita Ristorante Solidale, il primo progetto di food delivery solidale lanciato a Milano nel 2017 da Just Eat (www.justeat.it), l’app per ordinare online pranzo e cena a domicilio in tutta Italia e nel mondo, arriva nella Capitale per continuare il percorso di sensibilizzazione contro il fenomeno dello spreco alimentare.

Protagonisti di Ristorante Solidale, i 15 Ristoranti Partner di Just Eat che per primi hanno aderito al progetto: Metro Gourmet Attitude, King of Salad, Sushi in the box, Burger King, Pani e Ripieni, Banco Fast Food, I love Burger, Naturale, T-Bone Station che partecipa all’iniziativa anche a Torino, TBSP – The BBQ & Smoke Project, Bakery House, Tyler e Chicchi’s.

Partecipano anche con ordini solidali Miss Pizza e Food Delivery Ex Mercato.

Ognuno metterà infatti a disposizione, una volta con cadenza mensile, porzioni di cibo come pasta, riso, piadine, hamburger, panini, piatti di carne, verdure e pane. I pasti verranno consegnati alle comunità del Centro Pronto Intervento Minori Tata Giovanni, del Centro Pronto Intervento Minori Venafro e della Casa Famiglia Villa Glori, arrivando a un numero di pasti garantiti di volta in volta e composti da cibo non sprecato e piatti solidali donati in parte da Just Eat e in parte dai ristoranti stessi.

“La legge “antisprechi” rende possibile recuperare le eccedenze e dare nuovo valore al cibo. Sprecare non ha senso, mentre recuperare è un bene per tutti. Lo sanno bene Just Eat e Caritas, che grazie alla spinta positiva offerta dalla legge 166 del 2016, hanno creato un progetto che unisce solidarietà e innovazione. Quando una legge cammina sulle scelte di chi sa guardare alle persone più fragili e ai loro bisogni, allora diventa patrimonio culturale della intera collettività” commenta l’Onorevole Maria Chiara Gadda proponente Legge 166/2016 c.d. “antisprechi”.